Come accompagnare i fidanzati al matrimonio? Un percorso che nasce dall’esperienza!

accompagnare
Da Editrice Punto Famiglia un sussidio pensato per supportare i nubendi nel loro percorso di preparazione. Don Silvio Longobardi, autore del libro: “Il cammino proposto in queste pagine vi invita a fare del patto nuziale un’esperienza di vera Pentecoste”. Il corso di preparazione al matrimonio non è un passaggio obbligato da prendere sotto gamba, ma un momento importante da curare con grande attenzione. Un tempo di grazia per le coppie di nubendi, dove staccando la spina ad ogni altro rumore, si fa risuonare la voce di Dio. Il Santo Padre ha più volte fatto riferimento alla formazione dei fidanzati al matrimonio come al punto di partenza verso una pastorale familiare più ampia e approfondita. La formazione dei nubendi non deve essere solo un mero trasferimento di nozioni teologiche, bisogna formare le coscienze. Il matrimonio cristiano è una scelta prima di tutto spirituale, la risposta ad una chiamata, un appuntamento con Dio. Da Editrice Punto Famiglia arriva, quindi, un sussidio pensato per aiutare i nubendi a vivere l’ultimo viaggio da fidanzati verso la vita matrimoniale. La pubblicazione “Come accompagnare i fidanzati al matrimonio” è divisa in tre parti. Ogni parte presenta tre catechesi ed una scheda con le domande per la riflessione, suggerimenti tratti dal Magistero della Chiesa e una preghiera. Alla fine del libro c’è una appendice con la veglia in preparazione al matrimonio e alcune testimonianze di nubendi. Ad aprire il sussidio una bellissima lettera dell’autore don Silvio Longobardi ai fidanzati, nella quale si legge: “In un romanzo di uno scrittore algerino, che si firma Yasmina Khadra due amici, un arabo israeliano e un ebreo, parlano di nozze: il primo chiede all’altro cosa pensa della scelta fatta dalla figlia: “In queste faccende non si pensa, si prega”. “Hai ragione – risponde – il matrimonio è sempre un gioco d’azzardo”. Un gioco d’azzardo dunque, dove per vincere abbiamo bisogno di un aiuto dall’alto: dell’aiuto di Dio. “Da sempre Dio vi ha scelti, da tutta l’eternità attende il giorno delle nozze, ha qualcosa da dirvi e da darvi. L’insistenza sulla preparazione alle nozze, misura questa coscienza di fede, vogliamo arrivare all’appuntamento con Dio con la più grande disponibilità interiore, perché nulla vada sciupato”. Per completare la proposta, abbinato al sussidio c’è anche il Diario di bordo, uno strumento che permette alle coppie di seguire gli incontri. Il Diario è strutturato da 9 schede che seguono le 9 tappe del cammino. Ogni scheda propone: – il brano biblico; – le domande per la riflessione di coppia; – alcuni stralci del Magistero (tra cui Amoris laetitia); – un testo tratto dagli Orientamenti pastorali sulla preparazione al matrimonio e alla famiglia della Commissione Episcopale per la famiglia e la vita; – una preghiera da recitare insieme. Il Diario offre la possibilità di scrivere le impressioni e le tappe significative del cammino dei fidanzati. Il testo include alcune testimonianze di nubendi e l’annuncio di nozze. Il sussidio è stato scritto da don Silvio Longobardi, presbitero della Diocesi di Nocera–Sarno, ispiratore del movimento ecclesiale Fraternità di Emmaus e della Federazione Progetto Famiglia. Esperto di pastorale familiare, da più di vent’anni accompagna coppie di sposi a vivere con pienezza la loro chiamata al matrimonio. Attualmente vive a Lisieux dove svolge il suo ministero pastorale al servizio del Santuario di Santa Teresa di Gesù Bambino. Dal 2006 è direttore editoriale della rivista Punto Famiglia. Per sapere di più clicca qui
Share this post



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *